Gli USA non ci stanno: presto un super computer per battere la Cina

Qualche giorno fa vi abbiamo parlato del nuovo super computer cinese, che si poneva di diritto al primo posto tra i computer più potenti del mondo. Ora però gli USA annunciano di voler realizzarne uno ancora più potente, e di molto, per non lasciare il primato al paese orientale.

Gli ingegneri dell’Oak Ridge National Laboratory sono al lavoro per realizzare uno computer da 20 petaflop, ben 8 volte in più rispetto al concorrente cinese, il Tianhe1-A. Si tratterebbe di un risultato difficile da eguagliare, almeno per il momento. Sappiamo infatti quanto la tecnologia riesca ad evolversi ad una velocità sempre maggiore. Lo vediamo tutti i giorni con i prodotti elettronici di consumo, che dopo pochissime settimane sono già quasi obsoleti.

Il direttore del National Center for Computational Scieneces di Oak Ridge, James Hack, ha dichiarato che potrebbe essere pronto già per il 2012, affermando implicitamente di quanto gli Stati Uniti stiano cercando di accelerare i tempi per arrivare al primato informatico mondiale. Di certo per gli USA perdere nel campo tecnologico contro un paese culturalmente e politicamente completamente diverso è difficile da digerire.

Il tutto ricorda molto la guerra fredda tra America e Russia, con la differenza, positiva, che in questo caso non si parla di tecnologia bellica nucleare.

Fonte