Il 4K è ormai qui, ma il Giappone punta già alle trasmissioni 8K

Mentre solo ora iniziamo a conoscere e ad interagire con la nuovissima risoluzione Ultra HD, 4K, che manderà ufficialmente in pensione la tanto amata Full HD, in Giappone si stanno preparando le prime trasmissioni televisive realizzate con l’incredibile qualità d’immagine 8K, o più comunemente SHV, Super Hi-Vision.

Certo, la data prevista è ancora lontana (si parla del 2020), ma il progetto è comunque coraggioso: NHK, una delle principali emittenti TV del paese del Sol Levante, ha in cantiere la trasmissione di una soap opera (esatto, non un film pieno di effetti speciali, una telenovela) proposta con risoluzione 8K. Si tratta di “Beauties A La Carte Restaurant of Many beauty drama” diretta da Toshio Lee.

LEGGI ANCHE: “Un proiettore DLP con supporto al 3D anche da Mitsubishi”

Una fiction che verrà presentata durante il prossimo festival di Cannes, che dovrà però aspettare per essere proposta sui schermi dei telespettatori giapponesi in SHV, ma che compie un passo importante per il pre-pensionamento dell’ancora giovanissima Ultra HD a favore dell’8K, tecnologia che permette di ottenere una definizione delle immagini 16 volte superiore alle attuali HDTV e possibilità di supporto fino a 22.2 canali audio. Per il momento, comunque, limitiamoci e godiamoci il 4K.