I’m Watch: provato per voi!

Mondo Tech ha finalmente provato per voi il nuovissimo smartwatch Made in Italy, il rivoluzionario I’m Watch che fa da pioniere per un nuovo settore dedicato agli appassionati hi-tech, che potranno ora contare su un nuovo ed efficiente strumento da affiancare al proprio smartphone di ultima generazione.

Nonostante a prima vista possa sembrare un semplice orologio elettronico, questo dispositivo nasconde sotto il cofano specifiche che ne fanno un perfetto mix tra smartphone e orologio. Sistema operativo Android, display touchscreen e connettività Bluetooth sono le tre principali caratteristiche che gli permettono di risultare un perfetto compagno della nostra vita quotidiana, permettendoci, grazie alla connessione internet presa in prestito dal nostro smartphone, di restare sempre in contatto con la nostra vita digitale: è infatti possibile effettuare e ricevere chiamate, scorrere la rubrica del nostro telefono, ricevere email, interagire con i principali social network, accedere alle nostre playlist musicali, consultare le ultime news e il meteo, e tanto altro ancora, tutto direttamente dal display dell’orologio.

Ma iniziamo a raccontarvi la nostra esperienza con questo incredibile device. La confezione è minimale e essenziale, con all’interno l’orologio, un manuale e il pratico cavetto USB utile per la ricarica e il collegamento con PC o Mac. Il nostro I’m Watch è il modello Alu in colore nero, con memoria interna da 4 GB. Prendendolo in mano ci si rende immediatamente conto dell’ottima qualità di costruzione e dei materiali utilizzati, con la comoda gomma nera rifinita con ottimi inserti in alluminio. Il peso è estremamente contenuto per un dispositivo del genere e una volta indossato non ingombra più di un qualsiasi orologio da polso di grandi dimensioni. Portabilissimo.

Il display è ottimo, preciso al tatto e dai colori brillanti, con una buona risoluzione a supporto delle immagini. Le dimensioni dello schermo sono poi sufficienti a gestire comodamente il menù e le icone che ci vengono proposte, con un perfetto equilibrio tra superficie di contatto e visibilità.

Al primo avvio la prima operazione da effettuare è naturalmente la connessione con il nostro smartphone: basta entrare nel menù impostazioni, attivare il Bluetooth e collegarlo al nostro cellulare, su cui abbiamo preventivamente attivato il tethering Bluetooth con la condivisione della connessione internet, per permettere ad I’m Watch di connettersi con i server di I’mCloud, il punto di riferimento principali di tutto gli utenti di questo device. Direttamente da quel servizio possiamo infatti impostare le nostre applicazioni per sincronizzarle con i servizi che utilizziamo più spesso: accedendo con un account Gmail è possibile connettere il nostro nuovo smartwatch al nostro account Facebook e Twitter, al nostro calendario di Google, alla posta elettronica di Gmail, e impostare le principali preferenze per meteo, news e altro.

Fatto questo il nostro I’m Watch sarà subito pronto ad accompagnarci in tutte le funzioni principali che più utilizziamo. Abbiamo provato a effettuare e ricevere chiamate e il risultato è stato ottimo, così come la ricezione di notifiche e email. Non si tratta infatti di sole notifiche da leggere sul display di un orologio, ma di un vero e proprio strumento “smart” col quale interagire con le funzioni base delle applicazioni che più si utilizzano ogni giorno, senza dover passare dallo smartphone, che per un po’ abbiamo lasciato riposare in tasca senza sentirne particolarmente la mancanza.

Il menù impostazioni è ridotto al minimo indispensabile, ma permette comunque di scegliere preferenze su suonerie, volumi, luminosità e altre impostazioni per personalizzare al meglio lo smartwatch secondo le nostre esigenze. Il sistema operativo basato su Android offre inoltre una grande versatilità: tramite la connessione USB è infatti possibile trasferire sul telefono musica e immagini, da esplorare direttamente dall’orologio, o sfruttarlo come una comoda memoria di archiviazione di massa. Il computer vedrà infatti l’orologio come una periferica di archiviazione esterna, offrendoci grande libertà di gestione dei file. La connessione tramite cavetto USB è inoltre utile anche ad installare gli aggiornamenti firmware rilasciati periodicamente dallo staff di I’m Watch, scaricabili direttamente dal sito ufficiale. Basterà copiarli nell’apposita cartella e riavviare il dispositivo affinché l’ultima versione del sistema venga automaticamente installata, con sempre nuove funzionalità e miglioramenti delle prestazioni.

Non mancano poi due piccoli ma potenti speaker integrati per ascoltare la musica senza cuffia o per le chiamate, mentre la porta di connessione USB altro non è che un jack da 3,5 mm che permette di utilizzare anche delle cuffie. Non solo smartwatch dunque, anche lettore mp3.

Insomma, l’impressione è sicuramente buona, con la batteria che sembra reggere bene al continua connessione con lo smartphone, che se gestita a dovere permette un utilizzo intenso del terminale anche di diverse ore. Nessun problema di autonomia invece con I’m Watch utilizzato in stand-by, con il solo orologio analogico visualizzato a display, che può durare molto più di qualche ora. Uno strumento ideato e progettato con maniacale attenzione in ogni suo particolare, senza lasciare nulla al caso, dai materiali alle funzioni. Non abbiamo infatti rilevato difetti di alcun tipo, con tutte le funzionalità perfettamente operative e fedeli a quanto dichiarato dalla casa produttrice.

Un orgoglio tutto italiano che potete acquistare direttamente dal sito ufficiale di I’m Watch, con tantissime versioni differenti a seconda dei propri gusti. Se volete approfondire la conoscenza del primo smartwatch del mondo potete dare un’occhiata ai nostri precedenti articoli. Subito dopo trovate invece la nostra galleria fotografica.

i’mWatch presentato ufficialmente! Ecco il video introduttivo!

i’mWatch: l’orologio che si crede uno smartphone!