Logitech realizza un curioso sondaggio per i 60 anni della nascita del telecomando

Sono ormai 60 gli anni trascorsi dall’invenzione del primo telecomando, uno strumento ormai considerato parte integrante della nostra vita quotidiana, tanto da passare quasi inosservato. Un dispositivo indispensabile per gestire comodamente tutto il nostro sistema multimediale domestico.

Per l’occasione Logitech ha commissionato a Wakefield Research un sondaggio a livello europeo per scoprire quanto il telecomando sia importante per tutti noi. E i risultati sono davvero curiosi.

Il 25% degli intervistati ha dichiarato di essere disposto a rinunciare ad un mese di rapporti col proprio partner, pur di non perdere il controllo del telecomando; un altro 21% se messo di fronte ad una scelta farebbe a meno del proprio spazzolino da denti per un mese per lo stesso motivo; circa un adulto europeo su cinque ha poi dichiarato di avere in famiglia almeno una persona non in grado di utilizzare il telecomando, perchè troppo complicato; da qui un 92% di persone ritiene importantissimo poter disporre di un unico telecomando per gestire tutte le apparecchiature elettroniche della nostra casa; infatti è risultato che per un ulteriore 77% i telecomandi di oggi sono troppo difficili da usare e, sempre per restare in tema, un 83% dei partecipanti al sondaggio si è detto favorevole all’acquisto di un telecomando universale. Un quinto degli intervistati ha lasciato istruzioni scritte per parenti o babysitter, viste le difficoltà nel decifrare le funzioni di tutti quei tasti.

Un 19% addirittura non ricorda più dove siano i propri telecomandi, risultando impossibilitati nell’utilizzo di dispositivi di casa come lettori DVD o impianti Hi-Fi, ormai utili solo come soprammobili. Più simpatico che indicativo invece il dato relativo al desiderio del 41% delle persone, che vorrebbero un tasto per “l’avanti veloce” della lavatrice.

Nonostante questo negli ultimi cinque anni il numero di persone in possesso di uno o più telecomandi si è praticamente raddoppiato, passando da un 23% ad un 43% di utilizzatori.

Dato che dimostra come, nel bene o nel male, non si possa fare a meno, ancora, di uno strumento come il telecomando. A sostegno di questa tesi alcune dichiarazioni di Frédéric Boutin, Senior European Product Manager for Digital Home di Logitech, che afferma: “Le case delle persone sono così piene dei più recenti trovati della tecnologia che i nostri salotti sono invasi dai telecomandi che utilizziamo per accedere all’entertainment domestico. È arrivato il momento di riprendere il controllo del divano!” e “Sono trascorsi sessant’anni da quando è stato inventato il primo telecomando; da allora il rapporto di dipendenza con questo oggetto è diventato totale. La ricca gamma di telecomandi universali Logitech Harmony permette di vedere la televisione premendo semplicemente un pulsante, portando un po’ di armonia in più nel salotto di casa”.

Logitech ha infatti realizzato una linea di telecomandi universali, Harmony, per rendere l’esperienza multimediale domestica più semplice e, appunto, armoniosa, con funzioni a infrarossi in grado di comandare dispositivi anche da una stanza all’altra, direttamente attraverso le pareti. Lo stesso Boutin continua: “Abbiamo fatto moltissima strada dal primo prototipo. Prima il cavo che poi è stato eliminato, gli infrarossi, i tasti in plastica sostituiti dal touch screen a colori, i telecomandi Logitech Harmony sono già all’avanguardia, e questo è solo l’inizio”.

L’ultimo arrivato in casa Logitech è il telecomando universale Harmony 300i, capace di sostituire fino a 4 telecomandi in maniera estremamente semplice ed intuitiva, ad un prezzo accessibile a tutti: solo 29,99€. Potete trovare tante altre informazioni utili al riguardo direttamente sul sito ufficiale di Logitech.