Nasce il Digital Economy Forum per lo sviluppo digitale in Italia con l’aiuto degli USA

Pochi giorni fa è stata annunciata una nuova iniziativa volta a sostenere il nostro paese nello sviluppo digitale, con la collaborazione ed il sostegno degli Stati Uniti, uno dei paesi più all’avanguardia sotto l’aspetto dell’utilizzo di risorse tecnologiche. Una iniziativa che prende forma nel Digital Economy Forum.

L’ambasciatore statunitense David Thorne ha presentato a Roma questo nuovo progetto, che aiuterà l’Italia a compiere importanti passi in avanti nello sviluppo tecnologico/digitale da integrare nelle infrastrutture pubbliche e, soprattutto, nelle piccole-medie imprese, colonna portante della nostra economia.

Thorne afferma che “l’Italia possiede un grande potenziale nel campo del digitale, ma tale potenziale dovrebbe essere incoraggiato e sviluppato per poter incrementare la crescita e impedire alle start-up di lasciare il Bel Paese.” L’iniziativa prevede uno scambio culturale basato su conferenze internazionali e condivisione di tecnologie all’avanguardia da adottare.

L’11 e il 12 maggio 2011 si terrà il primo incontro ufficiale volto allo sviluppo del progetto, a cui parteciperanno nomi come Marne Levine, Vice-President per la Politica Globale di Facebook, Diego Piacentini, Senior Vice-President del settore Internazionale di Amazon, Susan Pointer, Direttore Public Policy e Relazioni Istituzionali Seemea di Google, Bastien Duclaux, fondatore di Twenga e per il Dipartimento di Stato Americano Alec Ross, Consigliere per l’Innovazione del Segretario di Stato Hillary Clinton e responsabile della “diplomazia digitale”.

Con il Digital Economy Forum si vuole “conferire una maggiore visibilità al ruolo primario che l’economia digitale svolge nella crescita.” continua l’ambasciatore Thorne. “Occasioni di confronto come il Digital Economy Forum testimoniano le potenzialità dell’economia digitale e della collaborazione fra governi e privati, evidenziando la necessità assoluta per l’Italia di cambiare marcia per non perdere l’appuntamento con il futuro” ha invece dichiarato David Bevilacqua, amministratore delegato di Cisco Italia.

Una iniziativa davvero importante, che aiuterà a migliorare la cultura del nostro paese ancora troppo impreparata ad accogliere le nuove tecnologie e i servizi digitali, necessari per potersi confrontare con un mercato internazionale sempre più all’avanguardia.

via