Sony Ericsson non esiste più: nasce Sony Mobile Communications

I più appassionati di telefonia ricorderanno senza problemi i primi cellulari prodotti da Ericsson, fino ad arrivare al richiestissimo T28, sottile, potente e dal prezzo stellare. Molti ricorderanno anche del momento della nascita di Sony Ericsson, la joint-venture che ha permesso di fatto a Sony di entrare nel mercato della telefonia mobile e ad Ericsson di affiancarsi ad un colosso dell’elettronica in grado di sostenerla sia economicamente che tecnologicamente.

Una fusione che a dirla tutta non ha avuto il successo sperato, con altri grandi produttori sempre in prima fila e con i prodotti dell’accoppiata Sony ed Ericsson non particolarmente apprezzati o non all’altezza della concorrenza. Basti guardare gli ultimi device del settore smartphones, con la linea Xperia in grande difficoltàè rispetto alle alternative del mercato.

LEGGI ANCHE: “Kodak dice addio al mondo della fotografia”

Ora però Sony ha deciso di acquistare anche il 50% della società detenuta dalla Telefonaktiebolaget LM Ericsson, divenendo di fatto l’unica proprietaria del marchio (si parla di una cifra attorno al miliardo e mezzo di dollari). Va dunque in pensione uno storico brand come Ericsson, lasciando il posto alla nuovissima Sony Mobile Communications. Speriamo che l’ennesima evoluzione del marchio sia sufficiente a portare nuove e valide alternative al mondo degli smartphones.