Un palazzo a fiore per l’ecologia Cinese

La Cina è uno dei paesi in cui il problema dell’inquinamento è sempre più grave e fuori controllo. Per questo motivo le fonti di energia alternative ed ecosostenibili stanno prendendo piede soprattutto in quelle zone, spingendo architetti e costruttori a puntare sulle nuove tecnologie.

Uno dei risultati di questa scelta sarà un palazzo interamente costruito con materiali e tecnologie volte alla salvaguardia del sistema, e la sua forma non può che richiamarne il concetto. Si tratta del Wuhan Energy Flower. Frutto della collaborazione tra lo studio olandese Grontmij e gli architetti di Soeters Van Eldonk, questo edificio si ispira al fiore Calla, detto anche “Giglio del Nilo”, avrà emissioni pari allo zero e ricavo di energia pulita, sfruttando le sue personali centrali eoliche, i suoi pannelli solari e raccogliendo e depurando l’acqua piovana. E’ inoltre progettato e pensato per creare ombra e refrigerio d’estate e riscaldamento d’inverno.

Un vero gioiello delle moderne tecnologie ecosostenibili, che per questo riceverà, come primo edificio al mondo, la certificazione Building Research Establishment Environmental Assessment Method (BREEAM).

Questo avveniristico edificio, di cui possiamo osservare il progetto in 3D nell’immagine a fianco, ospiterà uffici ed abitazioni, disposti sui suoi 140 piani.