Ricoh pensa alle condizioni più estreme e lancia una nuova fotocamera rugged

Molto spesso le immagini più spettacolari sono quelle scattate in ambienti proibitivi, su terreni impervi o sott’acqua. Ecco perché avere a portata di mano una fotocamera capace di tenere testa a queste condizioni estreme può quindi essere fondamentale per ottenere scatti unici nel loro genere.

ricoh_wg-m1_1E la nuova rugged WG-M1 di Ricoh sembra proprio nata per questo: la sua scocca le permette di funzionare perfettamente fino a 10 metri sott’acqua, grazie alla certificazione IPX8/JIS di classe 8, mentre può sopportare cadute fino a 2 metri di altezza. Non teme nemmeno il freddo, riuscendo a restare “viva” fino a -10°C. I pulsanti multi-funzione sono appositamente di grandi dimensioni, per essere facilmente trovati e premuti anche in situazioni meno agevoli.

LEGGI ANCHE: “Canon presenta due nuove bridge PowerShot con zoom ottico 30x e 42x”

La parte fotografica è affidata ad un sensore CMOS da 14 megapixel, in grado di scattare fino a 10 immagini al secondo, con capacità di registrazione video in Full HD a 30 fps o 120 fps a 848×480. È anche dotata di modalità “ultra wide angle”, con 4 diversi settaggi dell’angolo di visuale: Wide, Medium, Narrow e Underwater. A completare la scheda tecnica troviamo un display LCD da 1.5 pollici, Wi-Fi integrato, supporto a schede SDHC e tante funzionalità per ottenere sempre lo scatto migliore. Lancio previsto ad ottobre per 299,95$.